Attività SSFA - 2017

Ecco le attività che SSFA ha programmato per il 2017. Ci aspettiamo una larga partecipazione ed i vostri commenti.

Attività SSFA

01
Feb
2018

01.02.2018 9:00 - 02.02.2018 18:00
€976.00

Finalità

Il Corso intende illustrare i più recenti sviluppi nella interpretazione, armonizzazione ed adozione dei Principi di Buona Pratica di Laboratorio (BPL). Sono esaminati in particolare i compiti del Direttore del Centro di Saggio (CdS), della Unità per l’Assicurazione della Qualità (UAQ), del Direttore di Studio (DdS), del Ricercatore Principale (RP), dell’Archivista, del personale afferente allo studio e del Committente. In questo contesto sono trattati in dettaglio la preparazione del Piano di Studio (PdS) e della Relazione Finale (RF), la gestione delle deviazioni e degli emendamenti, la redazione delle Procedure Operative Standard (POS), l’interazione tra la UAQ ed il personale dello studio con particolare riferimento alle audizioni interne, i problemi più frequenti incontrati nella conduzione degli studi, l’ottimizzazione del lavoro di squadra e dei flussi di comunicazione interni ed esterni, il superamento della verifica ispettiva effettuata dall’Organismo Nazionale di Controllo (ONC) e la valutazione delle differenze esistenti nelle varie impostazioni nazionali nell’adozione dei Principi di BPL.

Destinatari

Figure chiave e personale dei CdS, Committenti, esponenti di strutture potenzialmente interessate a richiedere la certificazione di conformità ai Principi di BPL ed Unità Cliniche che eseguono studi di Fase 1.

Struttura

Lezioni intervallate da domande, discussioni allargate, compilazione di questionari ed esercitazioni pratiche.

Sede del corso

Roma, Sala Convegni Casa per Ferie “I Cappuccini”, Via Veneto, 21 – 00187 Roma

Direzione del Corso M. M. Brunetti, S. Caroli, V. A. Sforza

LA QUOTA D’ISCRIZIONE COMPRENDE:

· Partecipazione ai lavori scientifici

· Materiale didattico

· Attestato di partecipazione

· Pause caffè nei giorni 1-2 febbraio

· Colazioni di lavoro nei giorni 1-2 febbraio

Quota d’iscrizione

RIDUZIONE DI € 50 per ogni partecipante oltre al primo di una stessa azienda

SCONTO DI € 100 per chi si iscrive e paga entro il 15 dicembre 2017

Soci SSFA entro il 15/12/2017*, € 700,00 + IVA 22%

Non Soci SSFA entro il 15/12/2017*, € 800,00 + IVA 22%

Soci SSFA dal 16/12/2017, € 800,00 + IVA 22%

Non Soci SSFA dal 16/12/2017, € 900,00 + IVA 22%

*Quota valida per pagamento contestuale all’iscrizione o comunque entro il 15 dicembre 2017.

Dal momento che è previsto un numero limitato di partecipanti, al raggiungimento del quale verrà confermato il corso e fatturata la quota, è consigliabile inviare al più presto il modulo di iscrizione e comunque non oltre il 15 gennaio 2018. L’accettazione sarà comunicata tempestivamente, ma sarà finalizzata soltanto con il pagamento integrale della quota di iscrizione. Le rinunce pervenute prima del 31 dicembre 2017 daranno luogo al rimborso della quota, previa ritenuta di € 200 + IVA 22% per spese di segreteria. Nessun rimborso è previsto dopo tale data.

€976.00 27
30
Nov
2017

30.11.2017 11:00 -17:30
€244.00

EVENTO GRATUITO PER I SOCI 

Il Gruppo di Medicina Farmaceutica di SSFA è lieta di presentare il Seminario “Il Paziente al centro. Esperienza a confronto”. Il tema della centralità del paziente è oggetto di numerose iniziative, dibattiti e confronti. Con questo evento, SSFA vuole fare il punto sull’argomento, mettendo insieme, nell’arco di una giornata dedicata, tutti gli attori che hanno un ruolo nel rendere il paziente davvero centrale; e soprattutto vuole ascoltare la sua voce, la voce del paziente e di chi lo rappresenta.

Il Seminario è rivolto principalmente ai Colleghi che lavorano nelle Direzioni Mediche, di Ricerca Clinica, Regolatorie e Market Access, nonché alle Associazioni Pazienti di tutte le Aree Terapeutiche.

 

Vi aspettiamo quindi per una giornata che crediamo sarà ricca di spunti e di confronti fruttuosi.

€244.00 80
24
Nov
2017

24.11.2017 9:15 -17:30
€183.00

EVENTO GRATUITO PER I SOCI

Il convegno annuale del Gruppo di Lavoro Medicina Complementare e Integrata avra’ quest’anno come focus i Botanicals.

Per Botanicals si intendono piante – sostanze vegetali – e preparati derivati, impiegati negli integratori alimentari, inclusi per i loro effetti fisiologici o nutrizionali. Dati recenti di IMS Health indicano che In Italia il mercato dei botanicals è cresciuto in modo consistente negli ultimi due anni, e rappresenta il 46% degli integratori, pari a circa un miliardo di euro nel 2014 (IMS Health Multichannel), con una innovazione molto dinamica, con particolare riguardo alle tecnologie farmaceutiche. Negli ultimi due anni, sempre secondo IMS Health, sono stati lanciati circa 2.000 nuovi brand, ma meno di un quarto di questi ha raggiunto un fatturato significativo. Con questo evento si vuole dunque creare uno spazio di discussione e aggiornamento, anche per supportare l’ottimizzazione degli investimenti nel settore. Di particolare rilevanza e attualità è anche l’importante impulso comunitario per finalizzare l’armonizzazione a livello europeo dei criteri di qualita’, sicurezza ed efficacia.

Gli Integratori a base vegetale saranno dunque trattati da diverse prospettive (qualita’, sicurezza, efficacia, regolamentazione, pratica) da esperti relatori per evidenziarne luci ed ombre e indicare percorsi pratici, educativi e di ricerca che il Gruppo di Lavoro potra’ approfondire nelle prossime attivita’, volte alla collaborazione più ampia per assicurare la conformità normativa e gli standard più alti della garanzia della qualità, che non puo’ prescindere da sicurezza, efficacia, informazione scientifica corretta. L’evento e’ diretto all’Industria e ai Professionisti della Salute.

Il programma del convegno include un aggiornamento sui progetti in corso nel Gruppo di Lavoro, quali il progetto Nutracheck-up presentato al convegno del 2016, e una tavola rotonda con interventi del Ministero della Salute e di Associazioni quali Federsalus, Integratori Italia-AIIPA, Societa’ Italiana di Medicina Generale, Nutrition Foundation of Italy, Cittadinanza Attiva, Societa’ italiana per studi di economia ed etica sul farmaco e sugli interventi terapeutici (SIFEIT).

Relatori del Gruppo di Lavoro presenteranno i seguenti argomenti:

                    Come documentare la qualita’ e la sicurezza nei Botanicals

                    Standardizzazione e tecnologie farmaceutiche per l’innovazione

                    Fitovigilanza

                    Botanicals per funzioni cognitive supportati da evidenza clinica

Fra gli interventi di relatori esterni, si segnalano le presentazioni del Dottor Paolo Vintani (Federfarma) sulla storia e significato dell'uso tradizionale dei Botanicals e del Professor Vittorio Silano (EFSA) sulla situazione regolatoria corrente e futura

€183.00 94
09
Nov
2017

09.11.2017 13:00 -18:30
€244.00

EVENTO GRATUITO PER I SOCI 

La recente uscita dei due nuovi Regolamenti sui Dispositivi Medici comporterà nel breve e lungo termine ampi cambiamenti nell’iter di sviluppo e nelle procedure per l’immissione e mantenimento sul mercato con ricadute importanti sotto l’aspetto organizzativo e operativo per le Aziende del settore.

In questo incontro, il GdL Dispositivi Medici della SSFA si propone di evidenziare gli aspetti più salienti e i cambiamenti più significativi richiesti dai due Regolamenti e come un’Azienda o una CRO può attivarsi per gestirli.

Il seminario è aperto a tutti coloro che operano nel mondo dei dispositivi medici o sono interessati ad esso.

GdL Dispositivi Medici

€244.00
07
Nov
2017

07.11.2017 13:30 -18:00
€244.00

 EVENTO GRATUITO PER I SOCI

Quando uno sponsor desidera effettuare uno studio clinico in due o più Paesi della EU, può scegliere di seguire la via della “Voluntary Harmonization Procedure (VHP)” come alternativa alla presentazione di una CTA in ogni Paese. La VHP è stata messa a punto dal “Clinical Trials Facilitation Group (CTFG)” nel 2009, al fine di superare le differenze Nazionali esistenti nell’applicazione della Direttiva Europea, ed anche per armonizzare le decisioni delle Autorità Competenti (AC). La VHP consente allo sponsor di presentare una CTA contemporaneamente a diverse AC (minimo 2) nei Paesi EU.

I principali obiettivi di questa procedura sono quelli di garantire un parere condiviso sulla qualità dell’ IMP: la procedura si applica prima della presentazione della domanda CTA ad ogni AC, che risulta quindi semplificata ed abbreviata.

 

In Italia questa procedura non ha avuto molto successo, mentre in altri Paesi come la Germania gli sponsor la hanno adottata molto spesso. Adesso abbiamo anche nel nostro Paese qualche esempio, e riteniamo sia di interesse per i soci SSFA mettere a disposizione queste esperienze.

€244.00 50
logo-ssfa